SODEX E REMDEVICE: UNA FELICE COLLABORAZIONE CHE GUARDA AL FUTURO

SODEX E REMDEVICE: UNA FELICE COLLABORAZIONE CHE GUARDA AL FUTURO

DA UN PROGETTO SCOLASTICO, ALL’IDEA DI RIVOLUZIONARE IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI.

Ralf, Raphael, Bernhard e Justin.
Sono i nomi dei giovani (ex) studenti austriaci che, partendo da un progetto scolastico, stanno portando avanti il loro obiettivo di cambiare il mondo delle costruzioni.
In che modo? Facendo controllare gli escavatori non tramite l’uomo a bordo, ma in maniera autonoma per ridurre i rischi e le tempistiche nel mondo del movimento terra. Armati di ingegno e una buona dose di creatività e determinazione, il giovane team, dopo quasi tre anni di lavoro ha superato diverse tappe fondamentali e sembra non voglia fermarsi più!

IDEE CHE PRENDONO FORMA

Partendo da un modellino, i ragazzi del Voralberg hanno messo a punto un vero e proprio escavatore perfettamente funzionante in grado di scavare con una precisione di 2 cm.
Il team ha sviluppato un sistema modulare che può espandere le funzioni di qualsiasi escavatore. Grazie a dei sensori e il controllo sviluppato, la macchina può lavorare senza bisogno dell’intervento fisico alla guida da parte dell’operatore. Questo permette così una migliore efficienza e una migliore tempistica dei lavori, a beneficio sia dei costi che del tasso di errore. Un sistema che grazie ad un software, calcola il percorso più veloce. Lo stesso operatore può anche monitorare e comandare più escavatori contemporaneamente.

A marzo 2020, presso il COM:bau, l’escavatore ha dato prova delle sue performance grazie all’installazione in un’area di prova, di una cava di ghiaia nella sala espositiva che ha sorpreso molto persone presenti.
Un’idea che si è fatta notare e che ha convinto anche diversi giudici nelle competizioni, come la “Jugend Innovativ” (la più grande competizione di idee austriache), che ha permesso al giovane team di stabilire nuovi contatti nel mondo delle costruzioni.
Nonostante la situazione di emergenza legata al COVID-19, il team non ha ridimensionato i propri obiettivi. Il progetto è stato presentato (in modalità online) a diverse competizioni, ricevendo diversi riconoscimenti!
Consegnato il progetto di tesi alla scuola a giugno, che ha fornito l’area di prova anche per il futuro, i lavori non si sono fermati.

UNA COLLABORAZIONE CHE SPOSA TECNOLOGIA ED INNOVAZIONE

Diverse aziende, hanno contribuito con i loro prodotti e sistemi a supportare questo progetto. Noi di REMdevice, abbiamo affiancato con molto piacere questa iniziativa, fornendo una pulsantiera della Serie T dotata di 7 pulsanti e modulo ricevente Rubybox. La combinazione ideale per questo progetto.

“Quando abbiamo sentito del progetto “Sodex” per la prima volta, ci siamo subito incuriositi dell’idea”, dice il marketing manager Davide Luisotto.” In quanto azienda fortemente orientata allo sviluppo tecnologico, crediamo fortemente nei progetti che vogliono migliorare e rendere più efficienti il lavoro e la sicurezza. In questo caso siamo stati ancora più felici perché un’idea nuova e “disruptive”, portata avanti da ragazzi giovanissimi!”.

UNO SGUARDO VERSO IL FUTURO

La strada è tracciata, i ragazzi sono decisi a rivoluzionare il settore, ma per farlo serve una ulteriore spinta. Di recente a Vienna, il team ha partecipato al nuovo spettacolo “Zwei Minuten – zwei Mentoren“ (2 minuti e 2 mentori).
Il primo spettacolo per la promozione di giovani talenti in Austria, per avere l’opportunità di presentare visioni ed idee di fronte a mentori di alto livello. Non ci resta che augurare a questi giovani ragazzi un grande in bocca al lupo!

Per scoprire di più sul progetto Sodex clicca qui www.sodex.at.

Photo Credits: Sodex

Foto: © PULS 4_Gerry Frank

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? LO HAI TROVATO INTERESSANTE? CONDIVIDILO NEI TUOI SOCIAL!

Share on facebook
Share on linkedin